Lasciamo lavorare i Rider di Civitavecchia, urge parcheggio Varco Fortezza

Con la presente vogliamo comunicare una situazione di disagio che si è venuta a creare per i Rider di Civitavecchia. Portiamo pertanto all’attenzione delle autorità preposte tale situazione contando sulla reciproca volontà di aiutare i lavoratore della nostra città.  

Le opere stradali in atto a Varco Fortezza causata dai lavori di miglioramento della viabilità stradale della zona, stanno causando problematiche che non devono essere sottovalutate.  

Di fatto, con i lavori in corso, è stata tolta un’importante area di sosta utilizzata dai Rider che non possono svolgere la loro attività lavorativa in zona. Questo perché non è stata predisposta un area di parcheggio alternativa.  

Ricordiamo che si tratta di un lavoro vero e proprio spesso unica fonte di guadagno per molte famiglie.  

Anche nel caso dei Rider che svolgono tale attività in qualità di secondo lavoro, questo non significa che sia meno importante in quanto necessario a contribuire al proprio sostentamento e a quello dei familiari. 

Pertanto chiediamo cortesemente al Sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco e all’Ente Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale nella persona del Presidente  Pino Musolino, di trovare una soluzione adeguata a risolvere questo problema.  

Naturalmente cercando una soluzione che soddisfi le esigenze di tutti consentendo ai lavoratori di continuare la loro attività senza essere di intralcio per i lavori in corso. Tale soluzione dovrà essere realizzata in modo da poter essere mantenuta anche in seguito al termine delle opere stradali in atto.  

Cordialmente 

Alessandro Scotto 

Presidente Associazione Civitavecchia2000

About Civitavecchia Duemila

Check Also

Civitavecchia2000 per l’Ucraina: Scotto chiede ai Sindaci collaborazione per una raccolta di generi di prima necessità 

In queste tragiche ore in cui si sta profilando l’idea di una guerra ingiusta ai danni di un popolo innocente, l’Associazione Civitavecchia2000, da sempre impegnata sul fronte delle emergenze sociali, si sta attivando per organizzare una cordata nazionale di solidarietà. Il presidente Alessandro Scotto fa appello a tutti i sindaci affinché ci si possa unire, non solo nell’aiutare i rifugiati, ma soprattutto nell’organizzare una raccolta di generi alimentari e di prima necessità da inviare direttamente, attraverso la partecipazione diretta dell’ambasciatrice polacca, nei luoghi della Polonia adibiti allo smistamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.